fbpx

Primary Navigation

La donna aveva almeno vent’anni meno di sua moglie. Per questo Marco la fissava con lo sguardo.

La donna aveva almeno vent’anni meno di sua moglie.

Per questo Marco la fissava con lo sguardo.

Disgraziatamente, aveva anche vent’anni meno di lui.

Questo lo convinse a girare la testa dall’altra parte e seguire l’esempio di una volpe, che saggiamente, qualche secolo prima, aveva deciso che l’uva in fondo, mica è tanto buona.

Ma ogni tanto, ora che faceva la fila dal medico, un’occhiatina a quelle gambe, la dava.

Così, solo per vederne qualche difetto.

Madre natura, si era divertita però, a regalare a questa ragazza, due trampoli perfetti per reggere un corpo disegnato ad arte. Proprio come si era divertita, qualche secolo prima, a mettere in bella vista tra le foglie della vite, la più profumata e gustosa uva di sempre.

L’uva che non colsi.

Ovviamente un giovanotto seduto accanto a lei, invece di studiare anatomia femminile degli arti inferiori, guardava il suo telefono, come se il mondo stesse lì dentro.

E questo capitava proprio adesso che Marco aveva deciso di fermare il tempo.

Sembrava essersi persuaso in qualche modo, che la percezione del tempo fosse un esercizio mentale da correggere e che le lancette dell’orologio non scrivessero il percorso dell’anima.

Ed invece, tic e tac, tic e tac, si era ritrovato a cinquantaquattro anni, e si chiedeva chi l’avesse portato fin lì.

Foto: Free Photos


francesco non ha più paura
il sorriso di dio
Le Parole Gentili del Pesce Rosso
ho sposato una scarpa