fbpx

Primary Navigation

Francesco era certo si che fosse lo figlio suo, figlio de mercante, cioè figlio de bona donna.

E l’indomani venne ed il piccolo Francesco era certo si che fosse lo figlio suo, figlio de mercante, cioè figlio de bona donna.

“Baronessa, questi disegni su questi drappeggi sono niente di fronte a l’occhi vostri, eppur se possono, li valorizzano di più, ch’essi sembrano ancor più belli e color del cielo.”

“Oh che galante, al limite dell’irriverenza. Se non fossi poco più che un ragazzo, arrossirei.”

Ci sapeva fare, anche perché lo maestro suo era scaltro e ben conosceva tutti li gradini sociali, che abbisogna conoscere più che le qualità delle stoffe.

“Ricorda Francesco, la geografia dello mondo. Sopra tutti c’è lo Papa e lo Re.

Lo Papa a volte è come un Re, ma lo Re non può essere come un Papa. In genere uno ha bisogno dell’altro, come lo marito ha bisogno della moglie.

E come marito e moglie, non vanno mai d’accordo.

Sotto al Re c’è il Granduca.

Sotto il Granduca l’Arciduca.

Sotto l’Arciduca il Langravio.

Sotto il Langravio, il Principe.

Sotto lo Principe c’è il Duca.

Sotto il Duca sta il Marchese.

Sotto il Marchese, sta il Conte.

Sotto il Conte c’è il Visconte.

Sotto il Visconte il Barone.

Sotto il Barone, il Cavaliere.

Così è il mondo. E tu sai cosa devi fare?”

“Cosa padre?”

“Vesti il Cavaliere come se fosse un Barone, un Barone come se fosse un Visconte. Tratta un Visconte come se fosse Conte, e fai sentire un Conte come se fosse Marchese.

Ed il Marchese fallo sentire Duca, ed il Duca trattalo come un Principe, il Principe come un Langravio, ed il Langravio come un Arciduca.

L’Arciduca come il Granduca, ed il Granduca fallo sentire Re ed il Re trattalo come un Papa ed il Papa come se fosse Dio.”

“E Dio?”

“Non so lo, non è mai stato nostro cliente.”


francesco non ha più paura
il sorriso di dio
Le Parole Gentili del Pesce Rosso
ho sposato una scarpa